risparmio familiare

L’ARTE DEL RISPARMIO DOMESTICO IN 7 PUNTI

Spread the love

Volete risparmiare in casa? Siete in buona compagnia, perché quella del risparmio è una necessità comune a molte famiglie, nonché una precisa responsabilità di molte donne, soprattutto per quelle che gestiscono le finanze domestiche. Spesso non ci rendiamo nemmeno conto di come alcuni piccoli accorgimenti possano tagliare molte spese, permettendo di accumulare un gruzzoletto che può tornare utile in molte occasioni, magari per una cena romantica o un piccolo viaggetto. Con questi presupposti, vediamo insieme come dare un taglio alle spese di casa in 7 punti, con l’arte del risparmio.

Soldi, Moneta, Investimenti, Business, Finanza, Banca

Risparmiare in casa: utenze domestiche

Molti sostengono di non lasciare mai la via vecchia per quella nuova. Questo inno alla prudenza, che in alcune situazioni può sicuramente rivelarsi veritiero, in altre può diventare un costo vivo per le spese di casa. Stiamo parlando delle utenze, come quelle di luce, gas e telefono. Spesso si rimane ancorati ad alcuni operatori per molti anni, dimenticando che il mercato è stato creato per permettere una libera concorrenza degli operatori del settore.

Questa “malsana” abitudine non consente di confrontare la propria tariffa con le altre offerte, rischiando di farvi spendere più del dovuto. Un buon consiglio per orientarsi e districarsi in mezzo alle mille tariffe? Il web offre la soluzione al problema con i comparatori, ovvero dei portali in grado di visualizzare la miglior offerta di un determinato servizio, secondo alcuni basilari parametri da voi inseriti. In pochi istanti il sistema vi potrà far rendere conto se avete già la miglior tariffa, oppure state solamente sprecando denaro prezioso.

Ovviamente fare un confronto tra le varie tariffe energetiche, è solamente il primo e il più semplice degli accorgimenti per risparmiare in bolletta, ma non certamente l’unico. Esistono altri rimedi molto efficaci, seppur siano più complessi da mettere in atto, perché riguardano alcuni interventi da effettuare in casa. Il costo per effettuare tali interventi, verrà ammortizzato negli anni. Tra i principali, troviamo:

Coibentazione delle pareti. Questo accorgimento, solitamente realizzato con polistirolo, cartongesso o pannelli di sughero, permette di contenere meglio sia il calore prodotto dal riscaldamento, che il fresco dell’impianto di condizionamento.

Utilizzare dei paraspifferi per porte e finestre. Il motivo? Lo stesso del punto precedente, ovvero evitare che calore e fresco vengano dispersi.

Utilizzare un termostato per la regolazione della temperatura, evitando temperature superiori ai 22/23 °C d’inverno e 27/28 °C d’estate.

Spegnere i radiatori nelle stanze dove dove non sarete presenti.

• Evitare di utilizzare stufe elettriche per il riscaldamento, perché consumano moltissimo. Ci sono soluzioni che permettono un risparmio notevole in tal senso, come i caminetti portatili a bioetanolo.

Elettrodomestici e illuminazione

Quando si procede all’acquisto di nuovi elettrodomestici, non prestare attenzione ad alcuni dettagli, alla lunga può costarvi davvero molto caro. Che si tratti di un forno elettrico, un frigorifero o una lavatrice, ad ognuno di questi è assegnata una classe energetica, che deve essere obbligatoriamente esposta con una targhetta. Con questi presupposti, fate sempre ricadere la vostra scelta su modelli in classe A o meglio ancora A+.

risparmiare bollette gas e luce

Gli elettrodomestici di classi inferiori infatti, seppur possano farvi risparmiare qualche euro in fase di acquisto, incideranno negativamente per anni sulla bolletta energetica. Una volta pareggiato il risparmio iniziale, diventeranno un costo vivo. In secondo luogo, gli operatori di energia elettrica, permettono di sottoscrivere tariffe a fascia bioraria, dove quella serale/notturna ha un costo decisamente inferiore rispetto a quella giornaliera. Il consiglio è quello di concentrare il funzionamento di lavatrice, lavastoviglie o altri, proprio nella fascia serale. Il risultato sarà lo stesso, ma il costo finale ovviamente no.

Un altro consistente taglio in bolletta potrete darlo sostituendo le vecchie e obsolete lampadine a incandescenza con le più moderne a LED. Per comprendere meglio di come potrete risparmiare in questo modo, vi basti pensare che a parità di resa luminosa, le lampade LED consumano circa 1/8. In altre parole una vecchia lampada da 100 watt ha un’equivalenza con le attuali di circa 15/18 watt. Con il consumo di una sola lampadina vecchia lampadina, illuminerete tranquillamente due o tre stanze con quelle a LED. Fino a qualche anno fa, il costo di acquisto era sicuramente impegnativo e per ammortizzarlo occorreva molto tempo. Oggi, fortunatamente, la situazione è ben differente e i prezzi sono scesi moltissimo.

Come risparmiare sulle pulizie di casa

Per risparmiare in casa, non è certamente sufficiente fare attenzione alle spese energetiche o alle utenze in genere. Quella del risparmio, ai nostri tempi, è diventata una sorta di scienza da applicare in ogni fase della nostra quotidianità, e le pulizie di casa ne fanno ovviamente parte. I detersivi rappresentano un costo vivo nel bilancio famigliare, e spesso delle campagne di marketing diaboliche, sono in grado di farci credere che per ogni ambiente e per ogni angolo della casa, serva un prodotto differente. In questo modo ci ritroveremo ad acquistare un flacone per i piatti, uno per i pavimenti, uno per la lavastoviglie, e mille altri ancora. Ma servono davvero tutti questi detersivi?

La risposta al quesito la possiamo trovare nel Sapone di Marsiglia, probabilmente uno dei migliori prodotti in circolazione per la maggior parte delle pulizie. Un panetto di questo sapone ha un ottimo prezzo, e può essere impiegato per:

Pulire bagno e cucina. È sufficiente facciate sciogliere un po’ di sapone a bagnomaria e riporlo in un flacone con spruzzatore.

Lavare i capi colorati. In questo caso, potrete grattare un po’ di sapone direttamente nel cassettino del detersivo in polvere della lavatrice.

Lavare i capi bianchi. Per un risultato ottimale, potrete aggiungere un po’ di bicarbonato che come risaputo è un ottimo sbiancante (economico).

Lavare mani e corpo.

Il Sapone ovviamente, non è l’unico rimedio economico ed efficace per le pulizie di casa. C’è un’altra fantastica accoppiata che vi permetterà di pulire efficacemente le superfici più sporche, ovvero quella dell’aceto e del bicarbonato. È un composto davvero economico, ideale per:

• Pulire la lavatrice attraverso un lavaggio anticalcare.

• Togliere il calcare dalla vasca dai sanitari.

• Pulire il forno.

Per quanto riguarda i vetri, le porte, gli infissi ed altre superfici, potrete usare invece l’alcool. Per limitarne il classico odore pungente, potrete diluirlo con un po’ d’acqua, ma il risultato sarà garantito, anche perché l’alcool è un ottimo antibatterico.

Un’ultima alternativa ai prodotti tradizionali che acquistate al supermercato, se proprio non vorrete fare a meno dei detersivi, è quella di optare per l’acquisto di prodotti professionali altamente concentrati. Il costo iniziale sarà leggermente più alto, ma la loro durata infinitamente superiore, permettendo un bel risparmio sul lungo termine. Senza dimenticare che meno flaconi acquistati, significa anche meno plastica introdotta nell’ambiente, tema di grande attualità.

Economia domestica: occhio alla spesa

buoni spesa

Quella della spesa di casa, è una delle voci che incide maggiormente sul bilancio famigliare, motivo per cui è quella che richiede una maggiore attenzione. Anche in questo caso però, con una serie di accorgimenti pratici, potrete ottenere un risparmio notevole. Probabilmente prendendo le ultime ricevute ed analizzandole nel dettaglio, vi renderete conto che forse avete speso più del voluto, o comunque più di quanto necessario. Il primo accorgimento utile in tal senso, è quello di preparare una lista della spesa.

Provate a pensare alla vostra famiglia come ad un’azienda, con entrate, uscite e un bilancio da rispettare. Conoscete aziende che comprano “a caso” secondo i gusti del momento? La risposta è piuttosto ovvia. Preparando una lista della spesa, dove all’interno inserirete solamente quanto effettivamente vi occorre, vi farà risparmiare parecchio denaro, ovviamente solo se la rispetterete.

Un altro accorgimento utile, è quello di definire un budget settimanale da dedicare alla spesa di casa, cercando in tutti i modi di rientrarci. Per raggiungere questo traguardo, evitate di buttare nella spazzatura i volantini dei supermercati ancora prima di averli consultati. Molto spesso, lo stesso prodotto o analogo, viene proposto a prezzi inferiori da alcune catene perché sono in corso delle promozioni. Perché spendere di più per il medesimo articolo?

Se vi sentite particolarmente brave nella pianificazione, un’altra idea utile è quella di stabilire un menù settimanale, facendo una lista di quello che vi occorre per la preparazione di quanto avete stabilito. La spesa andrà fatta ovviamente in funzione di tale menù. Di seguito qualche altro piccolo consiglio utile:

Acquistate solamente frutta e verdura di stagione, e possibilmente italiana. Molto spesso dai fruttivendoli di zona, i prezzi sono inferiori e farete anche del bene all’economia locale.

Evitate di acquistare in maniera compulsiva, facendovi trasportare dall’impulso del momento. Esistono molti studi che testimoniano come la disposizione dei prodotti nei supermercati, sia studiata strategicamente per farvi spendere di più. A tal proposito, quando possibile, evitate anche di fare la spesa in orari prossimi a pranzo e cena. La fame è cattiva consigliera per gli acquisti, e correrete il rischio di comprare cibo spazzatura, come snack, dolcetti ed altro, che oltre a far male al vostro portafoglio, ne faranno anche alla vostra linea.

Controllate sempre la data di scadenza degli alimenti. Ogni anno vengono buttate quantità enormi di cibo, con uno spreco di denaro davvero inutile. Senza considerare che anche sotto l’aspetto morale, non è una buona abitudine sprecare in questo modo tale cibo.

Infine, un ultimo pratico accorgimento. Quando acquistate dei prodotti, se il punto vendita lo permette, preferite quelli sfusi ai confezionati, soprattutto se prevedono grandi quantità. Il motivo è molto semplice. Su quelli sfusi, non viene conteggiato il costo del package, ovvero della confezione, permettendovi di risparmiare sulla spesa. Inoltre, in un periodo di particolare sensibilità verso la tematica dell’ecologia, eviterete di buttare altri contenitori, rispettando maggiormente l’ambiente.

Capelli? Diamo un taglio ai costi

Perdonando il gioco di parole, è possibile dare un taglio ai costi per tagliare i capelli. Come? Semplicemente facendolo in casa. Ovviamente all’inizio potreste incontrare delle difficoltà. Spesso però non serve fare acconciature rivoluzionarie per apparire in ordine. In alcuni casi infatti, è sufficiente una spuntatina ad un ciuffo ribelle, oppure una sistematina alle doppie punte.

Lo strumento utilizzato chiaramente fa la differenza, e per ottenere un buon risultato, non è possibile utilizzare una comune forbice, ma servono delle specifiche forbici per parrucchiere, in grado di restituire un taglio pulito e preciso. Una volta ammortizzato il costo di acquisto, sarà tutto risparmio. Senza considerare che se siete una famiglia numerosa, questo risparmio può diventare anche piuttosto consistente.

  • Lo strumento fondamentale. Le forbici: come appena detto, se si vogliono tagliare i capelli in casa, una buona idea è quella di dotarsi di forbici professionali. Questo aspetto non va sottovalutato poichè non solo ci troveremo di fronte a uno strumento studiato per garantire efficienza, ma soprattutto tutto ciò si riverbera direttamente sulle nostre capacità di taglio. In primis, le forbici studiate per parrucchiere forniscono un miglior bilanciamento dei pesi, cosa che si rivela particolarmente efficace quando si dovranno effettuare dei tagli precisi. Su questo filone si innesta anche un’altra caratteristica rilevante che si può ritrovare su alcuni modelli di forbici, cioè l’anello girevole. Questo espediente è pensato per fornire fluidità di taglio, unita a un maggiore comfort, cose che si ripercuotono in modo diretto sulla qualità del taglio che andremo ad operare. Non solo: l’anello girevole è in grado di prevenire anche alcuni disturbi che potrebbero insorgere in conseguenza dell’uso frequente delle forbici (ad esempio il tanto temuto tunnel carpale).

Mezzi pubblici? Un gran risparmio

Ovviamente non sempre è possibile, ma quando lo è, utilizzare i mezzi pubblici permette di ottenere un risparmio sugli spostamenti quotidiani, magari quelli casa lavoro. Sicuramente in alcuni casi all’inizio, questo cambio di abitudini potrebbe risultare fastidioso, perché non sempre tali mezzi sono puntuali, e in molte occasioni risultano affollati. Per motivarvi però, provate a fare un conteggio di quanto spendete in un giorno con la macchina, e di quanto spendereste invece utilizzando un pullman o un treno. Moltiplicate per un mese la cifra, e poi per un anno. Il risultato sarà un piccolo tesoretto.

Infine, se ne avete la possibilità, soprattutto durante la bella stagione, provate a rinunciare alla macchina e muovervi a piedi oppure in bicicletta. Non solo risparmierete, ma farete del bene all’ambiente e alla vostra linea.

Attenzione al valore percepito

Uno delle missioni principali del marketing, è quella di far percepire alle persone una valore più alto di quello reale di un prodotto o di un servizio. Senza entrare eccessivamente nel significato di brand, basti sapere che in alcune occasione, senza nemmeno rendercene conto, siamo portati inconsciamente ad acquistare una marca nota piuttosto che una sconosciuta o quasi. Tutto questo con la convinzione che la prima sia necessariamente superiore. Nulla di male, sicuramente avremo acquistato un buon prodotto, solamente ad un prezzo più alto di quello che in realtà vale.

Questa situazione si verifica ad esempio con le scarpe, dove alcuni noti brand spopolano da decenni in tutto il globo, accaparrandosi una buona fetta di mercato. In alcuni casi vengono proposti magari dei semplici modelli da passeggio, a prezzi più alti di una scarpa tecnica, che magari deve avere specifiche precise di idrorepellenza, resistenza alle torsioni, alle abrasioni ed altro ancora. Questa è la tipica situazione dove alla scarpa da passeggio, è stato conferito un valore più alto di quello reale grazie al marketing.

Molto spesso quindi, si possono trovare scarpe di buona qualità a buon prezzo, magari sfruttando i periodi promozionali, o scegliendo un brand di qualche nota catena di supermercati, sicuramente più conveniente.

In conclusione: l’arte del risparmio

Quella del risparmio è una vera e propria arte, e come tale deve essere perfezionata e affinata quotidianamente. All’inizio molti degli accorgimenti descritti, potranno apparire come banali o noiosi da mettere in atto. Con un po’ di pratica però, verranno assimilati e diventeranno del tutto naturali. Se metterete da parte costantemente dei piccoli risparmi, nel contesto di un anno, potranno consentirvi di accantonare un bel gruzzoletto. Potrete impiegarlo a vostro piacimento: un regalo inaspettato, una cenetta romantica, un piccolo viaggio o comunque qualche sfizio supplementare.
Ora che sapete come risparmiare a casa, non perdete altro tempo e provate a scoprire quanto potrete “guadagnare” ogni mese facendo economia. D’altronde è risaputo: il risparmio, è la prima fonte di guadagno.


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.