rinofiller esempi prima e dopo

RINOFILLER, prezzi A MILANO E UN’OFFERTA 2X1

Spread the love

Avete il naso storto e vi state chiedendo quanto costi fare il rinoffiler a Milano? In più per voi una promozione super: ciò che avanzerà nella fiala, vi verrà iniettato in altre zone senza pagare differenze (rughe, labbra…)

Man mano che passano gli anni sono sempre più favorevole agli interventi di chirurgia estetica. Sarà perchè comincio anch’io a invecchiare? 😉

Oggi è possibile intervenire in maniera sempre meno invasiva su eventuali difetti estetici. E poi, per fortuna, non c’è più nemmeno quella diffidenza né quella stigmatizzazione verso chi si sottopone a qualche ritocchino.

Di recente ho portato un’amica interessata al rinofiller -ovvero la possibilità di raddrizzare il naso con semplici iniezioni di acido ialuronico – dal dottor Riccardo Lucchesi, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica che avevo conosciuto in occasione del post sul botox e relativi prezzi a Milano. Del resto non sarei Mammarisparmio se non parlassi anche di soldi e a tal proposito a breve vi parlerò di un’offerta 2×1 relativa al rinofiller.

Intanto vi mostro qualche lavoro eseguito dal dottor Lucchesi, che oltre a Milano riceve anche a Cremona per farvi capire la incredibili potenzialità di questa tecnica che permette di correggere il naso senza intervento chirurgico.

ESEMPI DI RINOFILLER PRIMA E DOPO

 rinofiller esempi prima e dopo

I nasi con la gobba oppure i nasi un po’ aquilini come quello di mio marito che metto nella foto qui di seguito (lui è di etnia sudamericana) si prestano meravigliosamente a questo tipo di intervento non invasivo.

Mio marito Johnny presenta un angolo naso frontale ben accentuato (è quello che vi ho segnalato con la freccetta rossa), ovvero ha un’avvallamento tra la fronte e l’inizio del naso abbastanza pronunciato.

In taluni casi è opportuno intervenire anche sulla punta, per tirarla leggermente su

Come vedete si tratta davvero di iniettare pochissimo prodotto. Un chirurgo estetico deve essere bravo proprio in questo: a non riempire eccessivamente questo spazio poiché il rischio è quello di avere poi il classico profilo alla greca, che per i nostri canoni occidentali non è considerato bello. Il naso greco è quello che ricorda un po’ quelle statue con il naso e la fronte che sono un tutt’uno, come se sopra ci fosse un righello dritto senza curve. Si veda l’immagine qui di seguito.

Naturalmente, col dottore ho voluto parlare anche di costi e come al solito – ringraziando la mia faccia tosta – sono riuscita a strappare una promozione per chi mi legge.

Quanto costa fare il rinofiller a Milano?

Il prezzo medio per le punture al naso nella città di Milano si aggira tra i 250 e i 400 euro. Questa forchetta di prezzo così ampia fondamentalmente deriva da due fattori:

  • la notorietà del chirurgo estetico che vi farà le punturine
  • la zona in cui si trova lo studio (normalmente, com’è logico, un studio medico in zona Montenapoleone ha costi di gestione più alti)

Vi dico subito che dicendo di aver letto il post su Mammarisparmio avrete la prima visita gratuita e pagherete solo 250 euro le iniezioni al naso.

Ma non è tutto! Solo per chi andrà a mio nome, ci sarà la possibilità di usufruire immediatamente di quanto resta nella fialetta di acido ialuronico che di solito viene butatta via. Pensate che una fiala contiene appena 1 ml di acido ialuronico, immaginate quindi quanto debba essere chirurgica e delicata la mano del medico durante le inieizioni!

fiale acido ialuronico marchi più famosi

Dovete sapere infatti che nel naso non viene mai iniettata un’intera fiala ma ne basta metà (il dottor Lucchesi usa Surgiderm e Juvèderm che sono tra i marchi più famosi sul mercato).

Attenzione, ecco l’offerta a noi riservata!

Ciò che avanza – eccezionalmente e dopo mia richiesta specifica – se volete potrete farvelo iniettare senza costi aggiuntivi per:

  • aumentare leggermente il volume del labbro superiore o inferiore
  • attenuare le rughe in mezzo agli occhi, appena sopra il naso
  • attenuare le rughe naso labiali ovvero quelle che partono dal naso e scendono verso la bocca

Per info visitate il sito www.riccardolucchesi.it

Si può vedere prima come sarà il risultato?

Una cosa che non sapevo è che prima di iniettare il filler è possibile fare delle prove per vedere prima quale sarà il risultato finale. Il dottor Lucchesi procede così qualora la persona non sia sicura al 100%: inetta prima della soluzione fisiologica che riempie la zona interessata. Trattandosi di una soluzione salina è sufficiente massaggiare delicatamente perchè questa sparisca immediatamente.

Come funziona il rinofiller?

Il chirurgo estetico può intervenire su più punti del naso a seconda dei difetti del naso. Tuttavia è bene tenere a mente che il rinofiller non può sostituire l’operazione chirurgica al naso. Per cui davanti a casi di nasi molto storti, con gobbe molto grandi e accentuate, setti nasali deviati l’unica soluzione possibile resta l’intervento chirurgico che ha costi molto diversi (oltre a essere un po’ doloroso).

E se non mi piace il nuovo naso?

Avete fatto le inieizioni con l’acido ialuronico, avete ora un naso dritto eppure il risultato non vi piace? Possibile. Ci sono persone estremamente affascinanti che pure hanno nasi imperfetti. Vogliamo parlare di Richard Gere, tanto per citarne uno?

Se il nuovo naso non dovesse soddisfarvi, nessun problema perché l’effetto del filler scompare in circa 3-6 mesi, poiché viene poi assorbito dall’organismo.

Quanto tempo dura il rinofiller?

Dicevamo che scompare dopo 3-6 mesi. Non di colpo, ovviamente, ma in maniera graduale. E’ impossibile tuttavia stabilire un tempo preciso poiché molto dipende dal metabolismo di ognuno di noi. Proprio come funziona in campo dietetico, dove lo stesso alimento viene assimilato in maniera differente (anche voi avete un’amica che si strafoga di dolci e non mette su un etto?).

Fa male farsi le punturine al naso?

Assolutamente indolore. Meno di una puntura al braccio, quindi si sente un leggero pizzichio solo quando entra l’ago che è davvero sottilissimo. Per chi fosse particolarmente impressionabile è possibile mettere un poco di crema anestetica sulla parte da trattare.

Qual è il modello di naso perfetto?

Difficile dirlo, il naso bello è quello che piace, quello che sta bene su quella persona. Però se dovessimo optare per un naso armonioso mi verrebbe da segnalare quello di Romy Schneider per le donne e Alain Delon per gli uomini. Però ripeto sono generalizzazioni. Quante donne e uomini conoscete che hanno nasi belli e che pure non considerate attraenti? Beh su loro due, invece c’è poco da dire: bellissimi, ancora di più insieme in questa foto che metto comunque, anche se non perfettamente a fuoco.

alain delon romy schneider profilo

Una regola estetica tuttavia c’è:

  • l’angolo sotto la base dovrebbe essere attorno ai 120 gradi. Se si stabilizza tra i 90 e i 100 gradi le narici finiscono per essere nascoste (è la famosa punta del naso piegata verso il basso); se l’angolo invece supera i 120 gradi l’effetto è quello del naso a maialino con le narici che si vedono troppo (un po’ alla Giorgio Armani per intenderci).

“Ho paura che il filler una volta iniettato si sposti dal naso e finisca vicino agli occhi!”

Impossibile. La cosiddetta “migrazione” come viene chiamata in gergo può avvenire solo col silicione, ormai fuorilegge in tutto il mondo (avrete letto sui giornali di pezzi di sedere che scendono poi verso le cosce…). Se a distanza di qualche giorno notate del leggero gonfiore vicino alla zona trattata – è raro ma può capitare – è perchè si è formato un piccolo ematoma che non dipende da un eccesso di filler bensì dal fatto di aver preso con l’ago un capillare dal quale può essere fuoriuscito un pochino di sangue e che nel giro di un paio di giorni verrà riassorbito come succede con qualsiasi edema.

Come capire se un chirurgo estetico è valido oppure no?

  • Verificate che non si tratti di un “semplice” laureato in medicina ma che abbia anche la specializzazione in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, che aggiunge ai 6 anni di medicina altri 5 anni;
  • meglio ancora che il professionista con cui vi relazionate sia iscritto alle associazioni di riferimento nel campo della chirurgia plastica ricostruttiva come il Sicpre o l’Aicpe;
  • un professionista serio interviene solo laddove necessario. Donne gatto non si nasce ma si diventa (per mano di qualcuno)…quindi se il vostro chirurgo assomiglia più a un gatto che a un umano, allora scappate via e di corsa!


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.