chiama-angeli-oro-rosa-personalizzato

IL CHIAMA ANGELI, LE VERITA’ CHE NON SAI SUL GIOIELLO PER IL PANCIONE

Spread the love

Quando ero in attesa della mia prima figlia, non ho avuto un Chiama Angeli, anche se mi sarebbe piaciuto molto.

Mio marito non me ne regalò uno e, personalmente,  credo che questo gioiello debba essere ricevuto in dono. Ma all’epoca eravamo troppo “poveri” per concederci degli extra, entrambi disoccupati e dunque molto preoccupati per quello che sarebbe stato il nostro futuro, anche economico, con l’arrivo della bambina; eravamo molto concentrati sull’acquisto di beni essenziali e cercavamo quindi di spendere il meno possibile.

Quando però sono rimasta incinta la seconda volta, fortunatamente le cose si erano sistemate perchè mio marito aveva trovato nel frattempo lavoro. Così, appena superato il terzo trimestre – così, anche un po’ per scaramanzia dato che la gravidanza precedente era sfociata in un aborto- ho chiesto a mio marito di regalarmi un Chiama Angeli.

E devo dire che è stato particolarmente esoso, forse memore delle privazioni passate, me ne ha regalato uno bellissimo, a forma di ciuccio, in oro rosa. Vi piace?

Non lo sapevo ma il Chiama Angeli ha una tradizione che arriva da lontano, dal Sudamerica per la precisione, il continente di mio marito che è colombiano.

A CHE COSA SERVE UN CHIAMA ANGELI? QUALE SIGNIFICATO HA?

Si dice che il tintinnio generato dal campanellino presente all’interno del gioiello richiami gli angeli, e in particolare l’angelo custode del piccolo, proteggendolo e prendendosi cura di lui nel suo viaggio verso la vita terrena.

C’è da dire che gli angeli, comunque la si pensi, non sono una prerogativa della religione cattolica ma appartengono un po’ a tutti i Credo.

Per chi fosse completamente agnostico, segnalo che il suono dolce e sinuoso dei Chiama Angeli viene percepito anche dal feto all’interno del ventre materno.

Dunque, quella che appare una semplice collana, in realtà è molto di più: una vera e propria compagnia per il piccolo che, una volta nato, sarà in grado di riconoscere quel suono anche all’esterno.

La sensazione di ritrovare un suono familiare dona al piccolo sicurezza e pace, soprattutto nei primi mesi quando i bambini hanno bisogno di un ambiente ovattato.

I Chiama Angeli dicono che siano utili anche per regolare i ritmi sonno-veglia del bambino all’interno del pancione. Questo accade perché, quando la mamma si sdraia per dormire, il bambino non sente più il suono e capisce che è il momento di fare la nanna.

Non sono però troppo convinta su questo punto, è qualcosa che ho letto  e che mi limito a riportarvi. Quando sarete incinte, mi direte se i vostri bambini, di notte, fanno i bravi e vi lasciano dormire oppure no. Con me non ha funzionato.

Le collane Chiama Angeli sono soprattutto un accessorio, diciamocelo, da esibire con orgoglio su quel pancino che cresce giorno dopo giorno fino a diventare un bel pallone rotondo.

Possono essere di diverso materiale: in argento, in oro o platino sono le varianti più costose ma poi ci sono anche quelle più economiche.

I Chiama Angeli di bigiotteria sono altrettanto belli, per cui anche se avete possibilità economiche ridotte e non volete spendere molto, sappitate che oggi ci sono diverse possibilità per acquistare un Chiama Angeli a poco prezzo.

Nel 2012 purtroppo la scelta non era così vasta e soprattutto di qualità e per questo alla fine ho desistito nel chiederne uno in regalo. Se pagavi poco, ti ritrovavi con qualcosa di veramente brutto tra le mani, quella che potremmo chiamare la “classica cinesata”.

CHIAMA ANGELI ECONOMICI E PERSONALIZZATI

Oggi invece potete trovare Chiama Angeli di buona fattura, originali, con offerete vantaggiose. Quando ero incinta io, diversi anni fa, me la sognavo tanta scelta…oggi c’è persino la possibilità di farsi confezionare un Chiama Angeli personalizzato ! Ecco alcuni modelli che mi sono piaciuti particolarmente.

Per chi ama il mix tra oro e argento.

Sulle medagliette è possibile mettere le inziali del bambino che nascerà o incidere le iniziali di mamma e papà.

Ci sono Chiama Angeli più articolati: questo sembra arrivare direttamente dallo spazio, dal Pianeta dove riposano i bambini prima di nascere.

Oggi custodisco il mio Chiama Angeli con amore pensando a quando un domani saranno le mie figlie ad aspettare un bambino. E allora sarò io a regalare loro questo gioiello dal valore inestimabile dal punto di vista affettivo, che rappresenta una commistione tra la mamma e il bambino, un legame tra loro, tra il mondo esterno e quello interno, fatto di onde sonore colme d’amore capaci di attraversare il nostro corpo.

Simbolicamente passerò questo “filo” – così lo chiamiamo a casa, e presto capirete perchè – a una delle mie bambine, perchè un giorno possano a loro volta fare lo stesso gesto con i loro figli.

Flor, la mia prima figlia, dice che c’è un filo invisibile che lega tutte le famiglie, cuore con cuore; un filo che mai si spezzerà, anche quando andremo in cielo e saremo noi a diventare degli Angeli. Questo sopra è il disegno che ha fatto durante l’ora di religione lo scorso anno, in seconda elementare. Anche se uno non è credente, trovo che lo studio della religione sia sempre una bella opportunità per conoscere anche altre culture diverse. Non si studia più, infatti, solo la religione cattolica come ai miei tempi. Oggi durante l’ora di religione vengono, in primis, insegnati valori universali come fratellanza, amore e misericordia che uniscono tutte le religioni del mondo.  


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.