bonus bebè novità isee

NUOVO BONUS BEBE’: PIU’ SOLDI AL MESE E TETTO ISEE PIu’ ALTO

Spread the love
  • 1
    Share

Chi ha diritto al nuovo bonus bebè per i nuovi nati 2019 2020? Come funziona e che cosa cambia dopo i nuovi emendamenti contenuti nel Decreto Crescita? L’Isee passa da 25mila a 35mila e l’assegno passa da 80 euro a 110 euro. Importanti novità per pannolini e latte artificiale

Si torna a parlare di Bonus Bebè 2019 2020 e le notizie, per fortuna, sono confortanti. Specifico che non è ancora possibile farne richiesta (iscrivetevi alla newsletter per essere prontamente informati quando si apriranno le domande del nuovo bonus bebè). Speriamo facciano in fretta!

Come sempre, qualcuno purtroppo rimarrà a bocca asciutta e non potrà farne richiesta, poiché queste riforme non sono mai retroattive; con l’ultima manovra il bonus bebè  era stato rinnovato per i soli nati del 2018 e per il primo anno di vita.

BONUS BEBE' PANCIONE

So cosa significhi essere tagliati fuori perché per soli nove giorni ho perso il bonus maternità della città di Milano (mia figlia è nata il 21 dicembre 2016 e questo sussidio veniva dato a partire dal primo gennaio…). Poco male, la gioia di stringere la mia cucciola per la prima volta ha fatto passare in secondo piano tutto il resto.

Però intanto cominciate a informarvi, che male non fa. La vera novità sta nell’Isee ovvero quel foglio che preparano Caaf e patronati (gratuitamente) che indica la vostra situazione economica, come più volte detto, cosa ben diversa dal vostro reddito annuale. Se prima per vedere accettata la vostra domanda di bonus bebè dovevate avere un Isee sotto i 25mila euro oggi è possibile farne richiesta anche con un Isee che non superi i 35mila euro. Guardate che è una soglia piuttosto alta. Significa che anche tutto il cosiddetto “ceto medio”, quindi con una casa di proprietà, auto, qualche risparmio da parte, ogni tanto una cena fuori al ristorante – insomma chi non fa fatica ad arrivare a fine mese – avrà diritto al bonus bebè.

A quanto ammonta il  bonus bebè 2019?

La grande novità non è solamente rappresentata dal tetto Isee che come anticipato sale a 35mila euro ma anche il contributo mensile che passa da 80 euro mensili (io li prendo dal 2016 ad oggi con il vecchio bonus bebè fatto sotto il governo Renzi) a 110 euro mensili.

Questo significa un contributo annuo di 1320 euro l’anno. Non male!

Pannolini e latte artificiale in polvere e liquido, si possono detrarre nuovamente

Con questi soldi si possono tranquillamente coprire le spese di pannolini e latte artificiale che – udite, udite! – tornano nuovamente detraibili nella dichiarazione dei redditi (quindi tenente tutti gli scontrini mi raccomando e fate la fotocopia perché poi l’inchiostro col tempo sbiadisce). La detrazione ammonta come quasi sempre accade al 19% su una  cifra massima detraibile è di 1800 euro all’anno ma non credo proprio spenderete di più se seguirete i miei consigli su come risparmiare sui pannolini.

BONUS BEBE' PANCIONE

Per chi avesse un Isee davvero molto basso, sotto i 7mila euro (che in buona sostanza significa essere disoccupati entrambi), l’assegno mensile sale del 20% ovvero a 192 euro mensili.  .

Bonus bebè e secondo figlio, quali novità

Nel caso si trattasse di un secondo figlio l’assegno di natalità previsto nel Decreto Crescita sale ulteriormente del 20%. Quindi, se avessi partorito Tiara oggi e non due anni fa, avrei percepito 132 euro al mese. Non si diventa ricchi per carità…ma certamente fanno comodo. Aggiungiamoci i 100 euro che mi rimborsano ogni mese per il nido grazie al bonus asilo nido di cui avevo parlato tempo fa, aperto a tutti senza tetto Isee (anche ai milionari insomma che non credo comunque ne abbiano fatto domanda), non mi posso lamentare per ora…

voucher asili nido baby sitter
Ecco i voucher della prima edizione che una mamma ottenne grazie alla nostra segnalazione su Facebook! 🙂

Come viene erogato il bonus bebè?

Io ho comunicato il mio IBAN della banca all’INPS e ogni tot, regolarmente mi è stato fatto il versamento. Siate pronti comunque a sollecitare ogni tanto perché come sapete l’INPS non brilla per puntualità.


Spread the love
  • 1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.