autoambulanza milano

AMBULANZA A MILANO, QUANTO CI METTE AD ARRIVARE IL 118?

Spread the love

Queste nozioni mi sono state spiegate a un corso di rianimazione tenuto da personale qualificato che ha lavorato per anni nei più grandi ospedali di Milano. 

Dopo quanto arriva l’autoambulanza a Milano, una volta chiamato il 118?

Qui di seguito vorrei dirvi alcuni aspetti che magari ignorate sul pronto intervento, il famoso 118 che presto cambierà numero e diventerà 112 per tutto, valido per ogni emergenza.

  • Mediamente un soccorso a Milano arriva in 15 minuti, dal momento della chiamata al 118.
  • Se trovate qualcuno in difficoltà, che bisogno di soccorso e e voi non chiamate l’autoambulanza, sappiate che dovrete risponderne penalmente: è omissione di soccorso (art.593 del Codice Penale ). In questi casi, se non sapete cosa fare ovvero come assistere la persona in difficoltà, meglio non fare nulla! Ovviamente tenendo presente lo stato di necessità: un bambino che sta soffocando è uno stato di necessità naturalmente; una persona che ha fatto un incidente e che non andrebbe mossa se non con apposito collare e barella (proprio perchè potrebbe avere una lesione alla colonna vertebrale), la si tira fuori senza aspettare i soccorsi se l’abitacolo sta prendendo fuoco.
  • Normalmente nell’ambulanza non c’è personale sanitario ma persone – volontari e assunti – che hanno fatto un corso base. Se la situazione è molto grave, noterete anche la presenza di un’automedica sul posto con un medico e un infermiere. Quest’ultimi posso compiere anche manovre invasive come intubare una persona
  • A Milano le autoambulanze a disposizione sono 100; le automediche invece sono 10. Notte e giorno. Mentre le prime possono esserete gestite anche da cooperative, le seconde sono tutte sotto il 118.
  • Tutte le domande che vengono fatte dall’operatore che sembrano far perdere tempo, lo fanno guadagnare dopo. Siate precisi il più possibile nel dare l’indirizzo, il piano, la scala del condominio, il cognome sul citofono.
  • Al 118 rispondono operatori semplici che poi smistano la chiamata, a seconda della necessità, a un infermiere oppure a un medico.
  • Una volta caricato il paziente può capitare che l’ambulanza stia ferma senza partire. Non stanno perdendo tempo ma stanno cercando di capire dove meglio indirizzare il paziente. Portarlo nel posto giusto, più specializzato, può fare un’enorme differenza. Sempre che ci sia posto…
autoambulanza milano


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.